ASPRO MARE

gente di mare in un mare di gente

parte 1   parte 2   parte 3   parte 4   parte 5

 

La presente guida è stata pubblicata per la prima volta l'8 aprile del 2008 sul primo sito web dell'associazione e viene qui riportata integralmente. Sulla pagina facebook Aspromare sono stati pubblicati alcuni video tutorial realizzati dal mastro Pakkio che sono presenti anche sul canale yoytube: tutor1 tutor2 tutor3 tutor4 tutor5 tutor6 tutor7 tutor8 tutor9 tutor10

  

di Mauro Pacchione

 

Nella costruzione di un arbalegno provo a descrivere la mia tecnica di lavorazione e i vari passaggi. Quello che sto per descrivere è l’assemblaggio di un 110cm doppio elastico V.I.S. Il V.I.S ( vacuum inside) è un procedimento di assemblaggio legno-carbonio di mia invenzione; consiste nella creazione all’interno del fusto di una camera vuota in carbonio ottenuta su stampata con l’intento non solo di irrigidire il fucile, ma anche di assorbire le vibrazioni dello sparo. Essendo questa tecnica molto laboriosa preferisco rimandare i dettagli ad un prossimo articolo.
  Come essenza da diverso tempo mi sono orientato sul douglas (questa conifera ha fibre molto lunghe ed è stabilissima nel tempo) e compensato marino per le "ali" e l'impugnatura. Cominciamo da questa: incollo 2 pezzi da 15mm di spessore 120mmX400mm e li metto in morsa.

 

Passate le solite 24h comincio la lavorazione; con la troncatrice faccio dei tagli inclinati di 30° distanziati di 110mm.

 

 

Riattesto la parte che verrà incollata al fusto in maniera da avere una superficie perfettamente dritta ed è importante ai fini di un perfetto incollaggio che durante la modellazione questa non venga mai toccata.

 

 

 

 

 

 La poggio nella posizione voluta e mi disegno l'impugnatura cercando di portare il cavallo pollice/indice il più in alto possibile; la cosa è di fondamentale importanza, abbassando il cavallo si allunga la leva rendendola più svantaggiosa e quindi sensibile al rinculo.

 

 

... ammorso il pezzo e con l'arternativo procedo al taglio...

 

 

 

... per comodità di lavorazione lascio un tacco in maniera da poter bloccare bene il pezzo senza rovinarlo...

 

 

e adesso..... vai con la raspa... 

 

 

 

parte 1   parte 2   parte 3   parte 4   parte 5

 

Share